Breadcrumb SEO: cosa sono e quando usarli

Breadcrumb SEO cosa sono

SEO Breadcrumbs: in che modo migliorano l’esperienza utente e perchè sono importanti per i motori di ricerca

I breadcrumb sono dei link di navigazione che si trovano solitamente nella parte superiore sotto la barra di navigazione di un sito web e aiutano gli utenti a sapere in quale pagina si trovano e come consultare facilmente alle pagine visualizzate in precedenza. Oltre a semplificare la navigazione utente, i breadcrumb sono essenziali per la SEO perché aiutano i motori di ricerca come Google durante il processo di scansione del sito web (Crawling).

Il termine breadcrumb in Italiano si significa “briciole di pane” e deriva dalla fiaba di Hänsel e Gretel, due fratelli che per tracciare il percorso di ritorno verso casa lasciarono cadere le briciole di pane durante il tragitto.

Le 3 tipologie di Breadcrumb

1) Breadcrumb della posizione: mostrano la posizione corrente sul sito web e la struttura nidificata della pagina. Questa tipologia di breacrumb è la più comune e ha la caratteristica di mostrare gli stessi collegamenti di navigazione indipendentemente da come gli utenti atterrano sulla pagina di destinazione.

I breadcrumb basati sulla posizione appaiono come in questo esempio:

Home > Blog > Categoria principale > Sottocategoria > Articolo

2) Breadcrumb degli attributi: mostrano come hai raggiunto la pagina corrente e hanno la caratteristica di fornire un percorso link diverso in base alle precedenti scelte di navigazione effettuate. I breadcrumb basati sugli attributi appaiono come in questo esempio:

Utente 1) Home > Hotel > Milano > Camera tripla > Prezzo maggiore di 800 Euro a notte > Camera tripla con vista mozzafiato.

Utente 2) Home > Hotel > Milano > Camera esclusiva > Camera con vista panoramica > Camera tripla con vista mozzafiato.

Entrambi gli utenti (Utente 1 e Utente 2), hanno visualizzato la stessa pagina di destinazione pur seguendo un diverso percorso link. Utilizzare i breadcrumb basati sugli attributi è utile per gli utenti perché possono rivedere il percorso di navigazione. Diversamente, per i motori di ricerca sarà più difficile comprendere una struttura di navigazione dinamica.

3) Breadcrumb del percorso: mostrano semplicemente la cronologia delle pagine che hai visitato.

Breadcrumb e vantaggi SEO

I breadcrumb, oltre a facilitare la navigazione sul sito e permettere agli utenti di tenere traccia delle pagine visitate servono a migliorare il posizionamento SEO.

I siti web che con struttura complessa e disordinata possono ostacolare la scansione dei motori di ricerca, per cui, alcune pagine del tuo sito potrebbero non essere indicizzate e non essere visualizzate nelle pagine dei risultati di ricerca organica.

II breadcrumb, allo stesso modo dei link interni, servono a velocizzare il crawling delle pagine web  e  aiutano i motori di ricerca durante la valutazione dei contenuti pillar (i contenuti più importanti). Google e gli altri motori di ricerca premiano i siti web ben strutturati con l’aumento del traffico organico.

Inoltre, impostando i breadcrumb in maniera tale che i motori di ricerca possano comprendere facilmente la struttura del tuo sito web, sarà più facile eseguire la scansione delle pagine e indicizzare più velocemente i contenuti su Google.

Come ottimizzare i breadcrumb per la SEO ed evitare gli errori più comuni

Per ottenere vantaggi SEO dall’utilizzo dei breadcrumb:

  1. Mantieni la struttura dei breadcrumb breve e di facile comprensione;
  2. Inserisci come anchor text la parola chiave su cui è stato sviluppato il contenuto della pagina di destinazione;
  3. Inserisci i breadcrumb su ogni pagina del tuo sito. In questo modo, la gerarchia delle pagine e la struttura del sito sono sempre organizzate e migliorerà l’usabilità utente e il posizionamento su Google.

Cosa evitare quando si inseriscono i breadcrumb

L’inserimento errato dei breadcrumb può comportare alcuni svantaggi per la SEO. Ecco cosa non fare:

  1. Non rendere la struttura complessa e gerarchicamente troppo profonda, dato che questo può comportare problemi di crawling;
  2. Utilizza termini di facile comprensione e adatti al tuo pubblico di riferimento;
  3. Non includere nei breadcrumb parole chiave non pertinenti con la pagina di destinazione;
  4. Presta attenzione alla visualizzazione dei breadcrumb sui dispositivi mobili. Non creare una struttura breadcrumb infinita. Questo potrebbe distogliere l’attenzione dal contenuto principale e infastidire gli utenti.
Leonardo Spada Web Designer e Consulente SEO
Articoli correlati